Designed in Ticino – Pamela Pintus intervista la stilista Veronica Gautschi

Designed in Ticino – Pamela Pintus intervista la stilista Veronica Gautschi

VG.jpg

Veronica Gautschi è una stilista ticinese e con le sue creazioni, che conciliano eleganza originalità e praticità, ha conquistato rapidamente i mercati di tutto il mondo. In modo particolare ha attirato l’interesse di quella grande fetta di viaggiatori che amano spostarsi con accessori utili, ma senza rinunciare alla classe. Nell’intervista che segue, la stilista svela tutti i retroscena del suo successo, i suoi progetti futuri e come è riuscita a raggiungere una grande affermazione nel mondo della moda, lanciando un brand basato sul minimalismo e su linee essenziali.

Com’è nata la tua passione per la moda e quali sono le tue origini?
Io penso che la moda sia una forma d’arte, non l’ho mai classificata come una passione. Credo che si nasca con questa spinta creativa, che può trovare la sua espressione in diversi canali, vuoi nel disegno di un quadro, nella progettazione di un oggetto di design, in un abito, in una borsa.

Perché colleghi il brand "Veronica Gautschi" al mondo travel, quale legame c’è con il mondo travel?
Ogni espressione d'arte nasce da qualcosa di intimo e intrinseco nella personalità di un artista. I miei prodotti nascono dalla mia anima viaggiatrice, che trova sfogo in oggetti che possano soddisfare le esigenze di chi si muove nel mondo di oggi, unendo eleganza, praticità e personalità. La firma del marchio è il doppio accessorio. La fascia di trasporto intercambiabile della borsa che diventa un bracciale, completa tutti i look con vari giochi di colore.
La collezione 2020, poi, è dedicata alle 5 città del mio cuore che sono New York, Parigi, Londra, Milano e Tokio e si è ampliata di altri prodotti legati al mondo travel, come ad esempio la trousse da viaggio, che diventa una pratica tote bag. Ho creato degli oggetti che abbiano una doppia possibilità di utilizzo proprio perché, e questo chi viaggia tanto lo sa, più leggeri si viaggia e più facile è.

Come è nata l’idea di creare una tua linea di moda?
L'idea di fondo è nata in realtà perché viaggio spesso e sono diventata pratica non portandomi dietro molti cambi, ma cercando di viaggiare il più leggera possibile; l’aspetto della borsa è sempre stato quello più difficile da gestire.

Mi ha colpito lo stile e il design delle tue creazioni, come nasce l’ispirazione?
Senz’altro l’idea della donna in viaggio, unito a quello che le può servire nel corso dei suoi spostamenti hanno influenzato la mia ispirazione. Però tale influenza vale esattamente quanto l’architettura, i luoghi ma soprattutto le persone che ho incontrato nella mia vita e nei miei viaggi.

VeronicaGautschi_SS19_02.jpg

C’è qualche icona della moda o designer che ti piace seguire o che ti ha ispirato?
Ci sono i grandi nomi della moda senza tempo che contaminano e ispirano logicamente il lavoro. In realtà però il design dei miei prodotti arriva moltissimo da quello che è il mio percorso; io sono cresciuta nell'ambiente lineare del design e della grafica svizzera.

Qual’è la missione / essenza del brand "Veronica Gautschi"?
L’essenza del marchio si compone da un design svizzero e un made in Italy. La combinazione di un iconico senso del design con l’utilizzo di materiali di altro profilo e una manifattura artigianale. Il brand vuole condividere la passione per i viaggi e celebrare la bellezza della libertà.
La missione è di unire gli elevati standard di qualità svizzeri e un lavoro etico per creare oggetti unici e senza tempo. Regalare un'emozione unica e personalizzata ai nostri clienti pur diventando un’icona senza tempo.

Ti definisci uno "Swiss Brand”. Come mai?
Il design dei miei prodotti è tipicamente svizzero, nel senso che è un design molto rigoroso, con degli oggetti dalle linee pulite, uniformi e precise che rispecchiano comunque la tradizione propria del design svizzero.

Quanto è importante il Ticino per il tuo Business?
Il Ticino è il luogo dove sono nata e dove conservo gli affetti più importanti. La mia visione però vuole andare oltre i confini delle Alpi, perché credo fermamente nello swissness e sono fiera, nel mio piccolo, di portare oltre i confini elvetici gli altissimi standard del design svizzero.

Invece qual’è il tuo legame con l’Italia?
Firenze rimane un riferimento per la lavorazione della pelletteria a livello internazionale. Ho il grande privilegio di lavorare con un laboratorio-pellettiere a conduzione famigliare, che per me è diventato parte essenziale del mio lavoro. Ho la fortuna di avere legami consolidati con tutti i fornitori che credono nel progetto e nel marchio e mi sostengono incondizionatamente. Credo fermamente che da soli si può fare tutto, ma insieme si è più forti.

Come abbiamo capito, ami viaggiare…Ma in questo momento dove vivi?
Infatti sono una grande viaggiatrice e mi sposto spesso in giro per il mondo.
Non tengo neanche più il conto dei voli che ho fatto e delle città che ho visitato. In questo momento vivo in Francia, ma come dice mio padre, continuo a vivere con la valigia in mano.

Che consiglio daresti a chi vuole seguire le tue orme?
Non mi sento di dare consigli perché sto ancora imparando come si fa... ma quello che mi sento di dire è di cadere, sbagliare strada, perdersi per ritrovarsi, e di tenere sempre ben presente che non si è mai soli, che "da qualche parte" c'è "qualcuno" con cui condividere il proprio talento e sogno.

Che progetti, desideri futuri hai nel cassetto?
Il mio sogno più grande è quello di sostenere e vedere crescere tutte quelle giovani donne forti e talentuose che sognano in grande come me. Per questo motivo ho fondato una community senza nome e senza luogo "Someone, Somewhere" per dare spazio e luce a giovani imprenditrici nel settore della moda, arte e cibo, perché credo che la moda non sia solamente fatta di oggetti, ma di una luce che illumina il cammino del sognatore. L'arte sia ciò che ti soddisfa e il cibo rifletta la gioia di vivere. Restate sintonizzati... sentirete presto parlare di "Someone, Somewhere".

È stato un vero piacere poter intervistare Veronica, che rappresenta le donne imprenditrici ticinesi nel mondo. Troverete le sue collezioni visitando il suo sito web o seguendola sui Social Media.

Per saperne di più
www.veronicagautschi.com
@veronicagautschi

Nel Malcantone bellissima villa del 1905 in stile Liberty con ampio giardino

Nel Malcantone bellissima villa del 1905 in stile Liberty con ampio giardino

Tolle Wohnung an zentralster Lage

Tolle Wohnung an zentralster Lage